BLUE ROCK RANCH Allevamento e Addestramento Cani Australian Cattledogs, Pastori Tedeschi linea lavoro e Jack Russel Terrier

LA SALUTE
Australian Cattle Dog

DISPLASIA DELL’ANCA
Si tratta di una anomalia nello sviluppo dell’articolazione dell’anca o coxo femorale caratterizzata dalla sublussazione o dalla lussazione completa della testa del femore nei pazienti più giovani e da un’artropatia degenerativa da lieve a grave nei pazienti più anziani. Colpisce un gran numero di razze canine ma, soprattutto, negli animali di grande mole. Le cause sono sia fattori ereditari che ambientali che incidono sullo sviluppo dei tessuti molli e scheletrici. Questi fattori contribuiscono a creare una situazione di instabilità articolare con lassità e sublussazione, che causano i segni clinici della malattia, algia e zoppia in primis. L’incidenza della displasia dell’anca è maggiore nei cani di grande taglia ed i trattamenti della displasia dell’anca possono essere di tipo medico o chirurgico.
Nell’Australian Cattle Dog la displasia dell’anca è presente in circa il 15% dei cani testati ma, in ogni caso, non è certo una delle razze con maggiore predisposizione grazie soprattutto alla taglia contenuta.
ATROFIA PROGRESSIVA DELLA RETINA (PRA)
L'atrofia progressiva della retina (più nota come PRA, acronimo inglese di Progressive Retinal Atrophy) è un termine usato per descrivere una serie di malattie retiniche ereditarie dei cani. Gli Australian Cattle Dog affetti manifestano generalmente i primi sintomi e diventano ciechi ad un'età compresa tra i 4 e gli 8 anni e, purtroppo, non esiste cura per la PRA. Questa malattia si trasmette tramite un gene recessivo semplice. Sono necessari due geni recessivi affinchè un cane sia ammalato. Un singolo gene recessivo invece darà un cane portatore della malattia. Esiste un test del DNA in grado di determinare se un cane è sano, affetto da PRA o se ne è soltanto portatore. Un allevatore attento potrà quindi testare i suoi riproduttori ed effettuando solo accoppiamenti mirati, produrre esclusivamente cuccioli che non contrarranno mai la malattia. In questo modo eviteranno di vendere ai loro clienti cani che da adulti diventeranno certamente ciechi.
LUSSAZIONE PRIMARIA DEL CRISTALLINO NEL CANE (PLL)
La PLL o Primary Lens Luxation o lussazione primaria del cristallino è una malattia ereditaria che colpisce l’occhio del cane e provoca la distruzione delle fibre della zonula che servono normalmente a tenere il cristallino nella corretta posizione. Ci sono diverse razze in cui è ereditaria, una di queste è l'Australian Cattle Dog. Esistono dei test per valutare se il cane sia portatore della mutazione genetica che può portare allo sviluppo di PLL e il test può dare tre risultati: Normal/Clear: questi cani non sviluppano la malattia causata dalla mutazione del gene PLL e non trasmetteranno la mutazione ai figli. Carrier: sono i cani portatori, hanno una copia del gene della mutazione PLL e una copia del gene normale. I portatori hanno un rischio minimo di sviluppare la lussazione primaria del cristallino. Affected: questi sono i cani che hanno entrambe le copie della mutazione PLL, quindi le probabilità di sviluppare la malattia sono elevate Dal punto di vista degli allevatori, dovrebbero essere eliminati dalla riproduzione i riproduttori portatori o affetti.
LA SORDITA’ CONGENITA
Per sordità congenita del cane si vuole intendere principalmente la sordità neurosensoriale associata ai fenotipi, ”mantelli bianchi” e/o “eterocromia dell’iride” che è stata dimostrata in numerose razze canine e occorre, nella maggior parte dei casi, tra la terza e la quarta settimana di vita. Sebbene il meccanismo di trasmissione genetica di tale patologia non sia ancora stato completamente definito in molte razze canine, l’elevata prevalenza di sordità in alcune di esse, tra cui il Dalmata, una delle storiche razze utilizzate nei vari incroci per creare l’Australian Cattle Dog, impone uno stretto monitoraggio dei riproduttori per evitare l’aumento indiscriminato dei casi di sordità congenita. Attualmente la sordità non è curabile ma può essere controllata attraverso gli allevatori che devono prevenire questa patologia. I test B.A.E.R. sono l’unica possibilità di accertare con sicurezza (100%) la funzionalità uditiva a partire dalle prime quattro settimane di vita dell’animale. Talvolta, nei soggetti giovani, la realizzazione del test è più facile che negli adulti per i quali può rendersi necessaria una maggiore sedazione.
Pastore Tedesco linea di sangue da lavoro

DISPLASIA DELL’ANCA
Si tratta di una anomalia nello sviluppo dell’articolazione dell’anca o coxo femorale caratterizzata dalla sublussazione o dalla lussazione completa della testa del femore nei pazienti più giovani e da un’artropatia degenerativa da lieve a grave nei pazienti più anziani. Colpisce un gran numero di razze canine ma, soprattutto, negli animali di grande mole. Le cause sono sia fattori ereditari che ambientali che incidono sullo sviluppo dei tessuti molli e scheletrici. Questi fattori contribuiscono a creare una situazione di instabilità articolare con lassità e sublussazione, che causano i segni clinici della malattia, algia e zoppia in primis. L’incidenza della displasia dell’anca è maggiore nei cani di grande taglia ed i trattamenti della displasia dell’anca possono essere di tipo medico o chirurgico.
GLAUCOMA
Il glaucoma è un eccesso di liquido intraoculare nelle zone interne dell'occhio. Questa condizione provoca un aumento della pressione intraoculare e tale aumento, a sua volta, genera dei cambiamenti nel nervo ottico e nella retina. È per questo motivo che, nei casi più gravi, può portare alla cecità. Il glaucoma può essere ereditario o può comparire per cause secondarie, ovvero può essere causato da un'altra malattia. In questo secondo caso, di solito, sia la terapia che la prognosi sono migliori. Il glaucoma può essere acuto o cronico.
PARAVIROSI
È una malattia che colpisce in particolare l'intestino di tutti i membri della famiglia dei Canidi, come cani, lupi, coyote, ecc. Resiste sia a fattori fisici che chimici e sopravvive facilmente nell'ambiente. Di solito si annida nelle cellule che si riproducono velocemente, come le intestinali, i tessuti del sistema immunitario o i tessuti fetali. Nei casi più gravi può intaccare il cuore, causando la morte immediata dell'animale. La presenza del virus nell'intestino del cane, lo rende più suscettibile a soffrire di infiammazioni batteriche. Inoltre, se il tessuto epiteliale è danneggiato, i batteri possono entrare nel sangue, provocando un'infezione generale. ll virus che provoca la parvovirosi è molto stabile nell'ambiente, per cui se è presente in spazi pubblici può causare un'epidemia perché può restare per mesi nello stesso posto. È comune che i cani contraggano la malattia in canili, rifugi o parchi per cani. E’ importante sottolineare che la parvovirosi non può essere trasmessa alle persone

Jack Russell Terrier

LUSSAZIONE PRIMARIA DEL CRISTALLINO NEL CANE (PLL)
La PLL o Primary Lens Luxation o lussazione primaria del cristallino è una malattia ereditaria che colpisce l’occhio del cane e provoca la distruzione delle fibre della zonula che servono normalmente a tenere il cristallino nella corretta posizione. Ci sono diverse razze in cui è ereditaria, una di queste è l'Australian Cattle Dog. Esistono dei test per valutare se il cane sia portatore della mutazione genetica che può portare allo sviluppo di PLL e il test può dare tre risultati: Normal/Clear: questi cani non sviluppano la malattia causata dalla mutazione del gene PLL e non trasmetteranno la mutazione ai figli. Carrier: sono i cani portatori, hanno una copia del gene della mutazione PLL e una copia del gene normale. I portatori hanno un rischio minimo di sviluppare la lussazione primaria del cristallino. Affected: questi sono i cani che hanno entrambe le copie della mutazione PLL, quindi le probabilità di sviluppare la malattia sono elevate Dal punto di vista degli allevatori, dovrebbero essere eliminati dalla riproduzione i riproduttori portatori o affetti.
CATARATTA EREDITARIA DEL BULBO OCULARE
La cataratta è l’opacizzazione del cristallino. L’ opacità può essere limitata ad una piccola zona del cristallino oppure all’intera lente. La cataratta ereditaria porta ad una perdita progressiva della visione che può portare alla cecità totale. I primi sintomi possono apparire nelle prime settimane o mesi che seguono la nascità. La cataratta può essere rimossa mediante intervento chirurgico. Per verificare se presente, il veterinario esegue un semplice prelievo buccale che viene mandato al laboratorio. Il risultato, dato in pochi giorni, indica se il cane testato è sano, portatore sano, o affetto da Cataratta Ereditaria.
LA SORDITA’ CONGENITA
Per sordità congenita del cane si vuole intendere principalmente la sordità neurosensoriale associata ai fenotipi, ”mantelli bianchi” e/o “eterocromia dell’iride” che è stata dimostrata in numerose razze canine e occorre, nella maggior parte dei casi, tra la terza e la quarta settimana di vita. Attualmente la sordità non è curabile ma può essere controllata attraverso gli allevatori che devono prevenire questa patologia. I test B.A.E.R. sono l’unica possibilità di accertare con sicurezza (100%) la funzionalità uditiva a partire dalle prime quattro settimane di vita dell’animale. Talvolta, nei soggetti giovani, la realizzazione del test è più facile che negli adulti per i quali può rendersi necessaria una maggiore sedazione.
 

www.bluerockranch.net
britishbluerock@tiscali.it - tel. 3478825905 - Regione Turina 21 - 10064 Macello (Torino) Italy
© BlueRockRanch.net All Right Reserved - Privacy